Come portare un cane in aereo?

Che sia un viaggio di piacere o di affari, che si tratti di uno spostamento temporaneo o di un trasferimento definitivo, prima o poi potrebbe capitarti di dover portare il tuo cane in aereo. Sai come comportarti? Conosci limiti e regole? Tranquillo, ti spieghiamo tutto in questo articolo.

Passaporto per il cane e altri documenti

Per far viaggiare il tuo cane su un aereo servono una serie di documenti e certificazioni che ne attestino prima di tutto lo stato di salute. Se rimani dentro i confini nazionali bastano tessera sanitaria e microchip. Se voli in altre città dell'Europa, invece, hai bisogno del passaporto con tutte le vaccinazioni, in particolare quella antirabbica aggiornata e in corso di validità, e il cane deve avere il tatuaggio leggibile o il transponder elettronico.

La situazione cambia ancora se viaggi fuori dall'UE:

  • Per andare negli Stati Uniti i cani devono essere muniti di certificato di vaccinazione antirabbica o, in alternativa, di un permesso rilasciato dal CDC - Centers for Disease Controls and Prevention che ti autorizzi a viaggiare anche se il cane non è ancora stato vaccinato.
  • Se hai in programma un viaggio in Sudafrica sappi che lì non è permesso trasportare animali né in cabina né in stiva, ma solo con il servizio Cargo.
  • Per trasportare cani in Brasile, invece, è necessario il certificato zoosanitario internazionale (CZI)
  • L'Israele ha una normativa particolarmente restrittiva riguardo al trasporto di cani in aereo
  • In Irlanda e nel Regno Unito non è consentito il trasporto di animali, fatta eccezione per i cani guida

Ogni Paese ha disposizioni e restrizioni particolari. Ti consigliamo di informarti molto bene, presso l'Ambasciata o il Consolato, prima di partire, soprattutto se il volo fa scalo in paesi diversi, che potrebbero richiederti ulteriori controlli sanitari, o se si tratta di un volo cosharing, dove cioè la compagnia che vende il biglietto non è anche proprietaria dell'aereo. In alcuni casi potresti acquistare il ticket da Delta ma poi viaggiare su un velivolo Alitalia ed è quest'ultima a dettare le regole per il trasporto degli animali.

Animali in aereo: in cabina o nella stiva?

Come stabilito dal Ministero della Salute i cani di età inferiore ai 3 mesi non possono viaggiare in aereo.

Ad eccezione di questa regola, che è valida per tutte le compagnie aeree, ogni vettore ha massima libertà nello stabilire se e come far salire il cane sul velivolo. La tipologia e le dimensioni del trasportino e il numero degli animali accettati in cabina varia da una compagnia all'altra ed è quindi necessario documentarsi con attenzione prima di acquistare il biglietto per sé e per il proprio amico peloso.

In genere nella cabina sono ammessi cani di piccola taglia, che possono stare in un trasportino di dimensioni contenute (che andrà riposto sotto il proprio sedile o sotto quello del passeggero che vi sta di fronte) e che complessivamente pesino tra i 6 e i 10 kg. Per peso complessivo si intende il peso del cane e del trasportino assieme, più tutti gli eventuali accessori che ci infilerai dentro (ad esempio coperte o ciotole).

Se hai la possibilità di tenere con te il cane durante il viaggio, non potrai comunque tirarlo fuori dal trasportino, quindi assicurati che la gabbietta sia grande abbastanza per farlo stare comodo e che, soprattutto, ci si senta a suo agio. Ti consigliamo di abituarlo per tempo, quando ancora siete a casa, a entrare e uscire da solo, cosicché possa riconoscerlo come luogo sicuro in cui sentirsi protetto, e non costretto.

Siccome non puoi portare liquidi nel bagaglio a mano, procurati un piccolo contenitore o una siringa senza ago per somministrare all'animale un po' di acqua (che acquisterai a bordo) durante il viaggio.

I cani più grandi, che necessitano quindi di un trasportino fuori dalle misure "standard" ammesse dalle compagnie, devono invece viaggiare nella stiva. Assicurati che sia presurizzata e climatizzata, perché a certe altitudini la temperatura si abbassa anche in questa parte dell'aereo e il cane potrebbe avere freddo.

Alcuni tendono a pensare che un trasportino più grande possa risultare più comodo: in realtà non esagerare con le misure, perché in caso di turbolenze il cane potrebbe venir scosso e sbattere sulle pareti, rischiando di farsi male.

In entrambi i casi, sia per il trasporto in stiva sia per chi viaggia in cabina, il kennel deve essere foderato con un tappetino assorbente e il fondo deve essere impermeabile.

Regole base, consigli utili ed eccezioni per portare un cane in aereo

Se decidi di portare un cane in aereo, così come per i viaggi in auto, è consigliato non farlo mangiare prima del volo e assicurarsi che salga a bordo con l'intestino e la vesciva vuoti. Prendetevi quindi il tempo che vi serve per una passeggiata fuori dall'aeroporto per i bisogni.

Il kennel che imbarchi sull'aereo deve essere privo di ruote. In alcuni casi non sono ammesse neanche nel bagaglio, quindi devi proprio lasciarle a casa. Potrai spostare il trasportino caricandolo sul carrello per le valigie.

Alcune compagnie non imbarcano cani sedati e cani brachicefali, cioè con il muso schiacciato, perché nel trasportino potrebbero avere poco spazio per respirare.

I cani guida per disabili e non vedenti sono l'unica eccezione consentita. Per loro non vale il limite di peso, di taglia o di razza: possono viaggiare liberamente con qualsiasi compagnia aerea, ma devono sempre essere provvisti di tutti i documenti necessari.

Sebbene per affrontare lunghe distanze l'aereo possa sembrare la soluzione più comoda, non sempre per il benessere del cane è l'alternativa migliore. Pianifica con attenzione tutti gli spostamenti, i momenti che precedono l'imbarco e quelli che seguono l'atterraggio e il recupero del tuo animale (nel caso abbia viaggiato nella stiva). Oltre a viaggiare comodo e tranquillo tu, devi assicurarti che anche il tuo cane non debba affrontare condizioni rischiose o di stress prima, durante e dopo il volo.

Per altri consigli su come prenderti cura al meglio del tuo amico a 4 zampe iscriviti alla newsletter del Blog Cinofilo. Ogni mese riceverai direttamente nella tua casella di posta tutti gli aggiornamenti con i nostri ultimi articoli.