Nosework: tutta questione di naso!

di Irene Donegana

Sempre più spesso chi vive con uno o più cani cerca di comprenderli, soddisfare le loro esigenze non solo fisiche, ma anche e soprattutto mentali. E se dedicare loro del tempo di qualità creando giochi, vivendo insieme esperienze diverse, visitando luoghi e instaurando nuove amicizie a due e quattro zampe, è fondamentale, spesso dimentichiamo quale sia il senso principale dei nostri compagni di vita: IL NASO!

Iniziamo con qualche dato tecnico: l’olfatto è sicuramente il senso su cui il cane fa più affidamento e basti pensare che se un uomo possiede dai 5 ai 10 milioni di recettori olfattivi, il naso del cane ne ha circa 220 milioni! Una bella differenza, non c’è che dire! Se poi parliamo di materia cerebrale, il cervello del cane contiene circa 40 volte il numero di cellule nervose olfattive rispetto a quello umano.
E in quanto a memoria olfattiva, anche qui i nostri cani si dimostrano delle vere e proprie bombe: sono infatti in grado di discriminare, quindi di riconoscere, un odore specifico tra altri simili anche a distanza di tre anni! Davvero incredibile, specialmente se paragonato alle nostre misere capacità olfattive!

Per queste e molte altre ragioni, come Educatori Cinofili siamo super appassionati di Nosework: una disciplina sportiva e ludica in grado di creare una sinergia incredibile fra cane e proprietario.

Il Nosework, anche detto Ricerca Ludica è un’attività adatta davvero a qualsiasi cane, indipendentemente dalla razza, dall’età e dal suo livello di preparazione. Ovviamente alcuni cani hanno una predisposizione maggiore all’attività olfattiva dovuta proprio alla loro selezione genetica, ma ciò non significa minimamente che qualsiasi cane non possa approcciarsi a questa disciplina!

Piste olfattive, square o ricerca nel settore, ricerca persone, discriminazione olfattiva, perso&trovato…sono solo alcuni degli esercizi di Nosework che si possono sperimentare insieme al proprio cane e l’aspetto migliore è che ciascuna di queste prove è declinabile in mille variabili a seconda del livello di preparazione del binomio, ma non solo!

La Ricerca Ludica ha infatti anche un importantissimo valore educativo e riabilitativo per cani con problematiche comportamentali: l’uso del naso implica infatti una forte concentrazione mentale da parte del cane stesso che può così focalizzare tutta la sua attenzione sull’esercizio, lavorando con calma e consapevolezza, aumentando al contempo la propria autostima ed autoefficacia.

Un piccolo consiglio che ci sentiamo di darvi, visto e considerato quanto detto finora, è di non eccedere mai nell’utilizzo di profumi, salviette igieniche e detergenti molto aromatizzati proprio perché l’olfatto super sviluppato del nostro cane ne risente moltissimo. In parole povere, un cane che profuma di lavanda non è esattamente un cane felice. Anzi.


Non ci resta quindi che invitarvi a controllare gli EVENTI CINOFILI e trovare quelli dedicati al Nosework per provare insieme questa disciplina cinofila!

 

DVD e Libri consigliati sul NOSEWORK